• Le due proposte che il coro ha sviluppato prendendo come riferimento l’anno liturgico e le sue feste sono costituite da immagini, letture e canti e si intitolano “la Lode, la Grazia” e “la Vita ha distrutto la morte, l’Amore ha lavato il peccato”.
    Entrambe le proposte rappresentano un “percorso” che segue i momenti più significativi della vita di Gesù, dall’annunciazione alla Pasqua fino alla Pentecoste; ogni momento è introdotto da una breve lettura, mostrato con alcune delle più belle icone russe, e cantato dal coro con un brano a tema.
    I canti, per entrambe le proposte, sono in gran parte gli stessi e intendono trasmettere la solennità della festa, la grazia spirituale che infonde, e invitare a un cammino di fede con Gesù.
    La differenza delle due proposte sta nel testo che introduce ogni singolo momento:

    • ne “la Lode, la Grazia”: ogni lettura è un commento teologico e di approfondimento orientato a mostrare l’unità, nella preghiera, tra icona e canto
    • ne “la Vita ha distrutto la morte, l’Amore ha lavato il peccato” ogni lettura è una preghiera tratta dall’ufficio liturgico della chiesa orientale, orientato a presentare il significato spirituale della festa per partecipare del  “mistero di salvezza” che ci viene donato.

    N.Kedrov (figlio) – Padre Nostro

    la Lode, la Grazia” e “la Vita ha distrutto la morte, l’Amore ha lavato il peccato”: struttura 

    Come detto, di fatto le due proposte sono strutturate come “composizioni” di letture, canti e immagini dell’anno liturgico,che per ogni momento/tema prevede che vengono proiettate alcune delle  più belle icone russe, che sia letto un commento (una descrizione o una preghiera)  e cantato dal coro un brano proprio.

    Dopo una breve presentazione iniziale e il relativo inno di introduzione (“Benedici il Signore anima mia” – salmo 103 oppure “Re celeste consolatore, spirito di vertà” come invocazione allo spirito Santo)  i momenti trattati da immagini, preghiere e canti sono:

    • Annunciazione
    • Natività di Gesù
    • Presentazione al tempio di Gesù
    • Battesimo di Gesù
    • Trasfigurazione
    • Entrata in Gerusalemme
    • Giovedi santo – Ultima cena
    • Venerdi Santo – Crocifissione.
    • Santa notte di Pasqua – Anastasis
    • Pentecoste e Trinità

    il percorso termina col canto del Padre Nostro

    Documenti comuni

     

    “la Lode, la Grazia” – documenti

     

    “la Vita ha distrutto la morte, l’Amore ha lavato il peccato”  – documenti

    Per lo svolgimento di ” la Lode, la Grazia” occorre una certa attrezzatura

    da parte del coro

    • proiettore
    • computer poirtatile
    • cavi
    • eventuale telone (se non disponibile da parte di chi ci invita)

    da parte di chi ci invita

    • tavolino
    • prolunga
    • 3 sgabielli
    • se possibile il telone su cui proiettare le immagini

     

    Vengono inoltre richieste telefonicamente informazioni su come raggiungere il posto, eventuali ZTL e come richiedere permessi, punti di parcheggio per le auto. In particolare l’auto che ha tutto il materiale.

     

     

    Sei interessato al nostro lavoro e al nostro repertorio ?

    Iscrizione

    Ricerca articoli in base alla Categoria

    …in breve

    Un cammino contemplativo

    (tratto da “la Lode, la Grazia”)….”La scrittura delle sacre icone non ha soltanto lo scopo di edificare lo stato d’animo dei fedeli attraverso la bellezza e la solennità dei contenuti e delle forme, ma è struttura di aiuto e d’istruzione che ci permette di seguire con facilità e immediatezza la Divina Liturgia e il cammino che la chiesa scandisce per ogni persona attraverso lo scorrere dell’anno liturgico e le sue feste.
    Con uguale chiarezza e splendore il canto si unisce all’immagine, traducendone la luminosità e la tonalità cromatica in sonorità armonica e melodica. Il canto è la sola forma musicale ammessa nella chiesa orientale, perché solo la voce dell’uomo, donata da Dio, è strumento adatto a esprimere la sua lode.  Tra il canto e l’immagine si crea così un legame indissolubile, destinato a guidare tutta la sensibilità del fedele verso Dio.

    la Trasfigurazione

    (preghiera della festa recitata in “la Vita ha distrutto la morte l’Amore ha lavato il peccato “)….”Ti sei trasfigurato sul monte, e i tuoi discepoli, per quanto ne erano capaci, hanno contemplato la Tua Gloria, o Cristo Dio: affinchè, vedendoti crocifisso, comprendessero che la Tua passione era volontaria, e annunciassero al mondo, che Tu sei veramente irradiazione del Padre”.

    LA NUOVA EUROPA

    Il portale di informazione indipendente della nostra associazione
    Vai al sitoVai al negozio
    error: Alert: Contenuto protetto...